CEBUS

Come diventare millionari con un Euro in 10 minuti con Email Marketing

CEBUS

Che genere di Email apre? Quelle provenienti da mittenti sconosciuti o quelle che riceve dal mondo del lavoro o da amici appartenenti alla Sua sfera privata?

Email Marketing:
Come diventare millionari con un Euro in 10 minuti

Nel lontano 1998, lo avevano già capito tutti che l"unica che ci avrebbe rimesso sarebbe stata la posta; quella gialla che in maniera simpatica veniva definita posta-lumaca. Ed è stato proprio così, la posta ci ha perso davvero tanto in quelle che sono le transazioni commerciali. Una Email, infatti, costa "solo" un po" di corrente, una lettera, invece, necessita di un"affrancatura cara. Ed è per questo motivo, che il cosiddetto Email Marketing ha rivoluzionato l"intero settore delle comunicazioni. Raggiungere 1.000 interessati significava spendere più di 1.000?, se si considera l"affrancatura, la stampa, la messa in busta, ecc. Adesso, invece, 1.000 destinatari si possono avere con soli 35?! Meraviglioso!
Il cambiamento fece davvero riflettere. E, tra l"altro i primi fecero registrare un successo incredibile.Emails: Kommunikations- oder Werbekanal?

E, ai giorni nostri? Detto sinceramente, quali sono le Email che apre? Quelle provenienti da mittenti sconosciuti (probabilmente Spam) o piuttosto quelle provenienti dal mondo del lavoro o da amici appartenenti alla Sua sfera privata (lo conosco, che cosa vuole?).

Una mail pubblicitaria ci mette un bel po" prima di centrare il suo obiettivo. E", quindi, inutile spedire 50.000 Email mandando così in tilt anche l"antispam. Una mail con presunte parole pubblicitarie sarà subito bloccata dal provider. In fin dei conti, basta una frazione di secondo per capire che si tratta di spam. Tuttavia, è necessario premettere che nonostante non sia stato il Suo programma ad eliminare l"Email automaticamente, si tratta comunque di una guerra.

Quali sono le regole fondamentali per attuare un"email marketing che abbia successo?


L"oggetto
Segua il proprio stile personale. La mail di tipo promozionale presenta un oggetto con un argomento che non Le interessa? Allora, questa mail sarà subito cancellata, senza neanche essere aperta, poiché al momento della ricezione avrà sicuramente qualcos"altro da fare. L"oggetto è, pertanto, la parte più importante dell"intera Email e ha solo 60 caratteri a disposizione per convincere chi sta leggendo ad aprire la Sua mail.

Il contenuto
Il contenuto Lo scopo del contenuto è di far si che il ricevente agisca, quello che in gergo si chiama "Call to Action". In teoria, basta cliccare sul pulsante relativo all"ordine per registrarsi o per esprimere il proprio parere. E questo, è proprio quello che fa l"utente sempre che riceva un piccolo incentivo. Per piccolo incentivo si può intendere uno sconto, la possibilità di partecipare ad un concorso o di rispondere ad una domanda.

Gli indirizzi Email
Gli indirizzi Email validi dei consumatori non sono acquistabili. Essi, infatti, si possono al massimo noleggiare.
Gli indirizzi Email "buoni" sono, invece, top secret!
Nonostante, per un paio di Euro se ne possano acquistare milioni e milioni, spesso, essi si rivelano totalmente inutili dal momento che qualsiasi antispam è perfettamente in grado di riconoscerli e i proprietari hanno da tempo cambiato indirizzo. Qualora ci abbiano messo tanto tempo, infatti, lo avranno fatto alla 200esima Email ricevuta di lunedì pomeriggio. Gli indirizzi "top-secret" buoni appartengono alle aziende. E sono proprio questi a vincere i concorsi. L"imprenditore propone un premio, come ad esempio, un iPad, un viaggio, o persino un automobile. Il partecipante si registra e, a tale scopo, rilascia le proprie informazioni personali relative ad interessi ed età. Tali informazioni sono spesso corrette ma non sempre. Tuttavia, deve essere chiaro che colui che partecipa ad un concorso non può considerarsi il destinatario ideale se si pensa a beni d"investimento di gran valore.

E" molto raro che compaiano anche indirizzi di clienti. Inoltre, la legge punta tanto sulle questioni relative alla privacy che solo pochi possono essere effettivamente, alla fin fine, utilizzabili.

Top-Secret E", infatti, chiaro che l"imprenditore non rilascerà mai il proprio indirizzo "top secret" e questo fa sì che gli indirizzi, nel giro di poche ore non abbia più nessun valore. Tutto questo avviene, perché non c"è niente di più facile che copiare un file con 100.000 indirizzi.

Perciò, tutto ciò di cui disponiamo sono Campagne di Email o eventuali invii di Newsletter. Il mittente è l"imprenditore a cui appartiene l"indirizzo. Egli spedisce le proprie Email e lo fa non quotidianamente ma assicurandosi che la sua frequenza sia ben tollerata dai propri clienti e che le mail che invia non provochino nessun esaurimento nervoso.

Quello che egli riceve a cambio è solo un semplice rapporto di consegna. Esso è necessario per stabilire il momento dell"invio, la quantità, il numero di Email aperte e il numero di Email che ha portato a una "call to action" che può essere anche il cliccare un link contenuto all"interno di una mail.

Statistica: numero di email aperte e click. Adesso, si deve domandare a quanto ammonta il numero di email effettivamente aperte ma anche la quota di destinatari che la mail, in questione, l"hanno aperta realmente. E, con questo, ci ritroviamo di nuovo al punto da cui eravamo partiti. L"oggetto scelto è così noioso da far sbadigliare tutti i Suoi clienti e nessuno ha aperto la Sua mail. Una volta che avrà fatto tutti i compiti che ha da fare per casa e, quando disporrà di un elenco molto buono (=indirizzi Email), allora potrà raggiungere una percentuale di apertura compresa tra il 3 e il 10%. Per motivi tecnici, il tasso di apertura può essere superiore. Spesso, infatti, eventuali foto e immagini non possono essere visualizzate dal ricevente e, pertanto, il conteggio può non essere esatto. Cosa, invece, resta un punto oscuro è il numero di click. Il click, infatti, si registra solo quando la mail viene aperta. E" qui, infatti, che si trova il Link dove si può cliccare. Stilare, dunque, un potenziale numero di click è pertanto meno sicuro. Qualora il contenuto della Sua mail non fornisca nessuna buona ragione per cliccare , nessuno lo farà. L"esempio peggiore è il classico "cliccare qui per ricevere la newsletter". In parole povere, è Lei che stabilisce il numero di click mediante un"elaborazione corretta della propria mail.

Maestri caduti dal cielo
Per creare Email di successo ci vuole molta esperienza. Si affidi alle numerose campagne di varia natura che si possono trovare in giro. Prima di tutto, testi vari oggetti per ottenere la migliore percentuale di apertura. Poi, cambi i contenuti al fine di aumentare il numero di click. Nessuna campagna dovrebbe prendere in considerazione risultati inferiori ai 25.000, altrimenti la prova non avrà nessun valore ai fini statistici. Una buona idea può essere quella di avviare due diverse campagne, ciascuna da 25.000, allo stesso tempo. Questo può essere utile, perché spesso giorni della settimana e orari diversi portano a risultati diversi.

R.C.

Vi é piaciuta questa pagina?

Potreste anche essere interessati a:

È opportuno acquistare indirizzi e-mail? No!

Pubblicitá per eMail & Newsletter

Perché l’acquisto di indirizzi e-mail non porta alcun vantaggio?

Perché l’acquisto degli indirizzi e-mail danneggia i metodi di marketing? Analisi dettagliata su come conservare la lista di indirizzi e-mail in modo razionale e perché il valore degli indirizzi e-mail acquistati non può essere sopravvalutato. Vai all'articolo…


Pubblicitá per eMail & Newsletter

OpenEMM – il software gratuito di e-mail marketing preso in esame

Cosa offre il software di e-mail gratutito OpenEMM? Quali aree operative nel settore dell’e-mail marketing può coprire questo software e come possono gli utenti con esso guidare le loro campagne e-mail. Panoramica e breve introduzione la soluzione di posta elettronica liberamente utilizzabile OpenEMM. Vai all'articolo…


L’e-mail marketing consentito solo con l’autorizzazione del destinatario

Pubblicitá per eMail & Newsletter

Ammissibilità giuridica della pubblicità nelle e-mail di servizio

Per le questioni su come debba essere creato un e-mail marketing senza commettere errori evitabili, l’incertezza continua a essere un fattore dominante. Con questo contributo si analizzano gli aspetti normativi delle e-mail di servizio. Si considera in particolare se la pubblicità è consentita e permessa in che misura. Vai all'articolo…


© 1982-2017 CEBUS® AG - All rights reserved. CEBUS® e´un marchio registrato. Siamo addetti ai piú alti standard di qualitá e garanzia.