CEBUS

Uso e tendenze nella comunicazione via e-mail delle imprese tedesche

CEBUS

Oggi la comunicazione via e-mail è un modello nel mondo degli affari. Fa parte del modello, purtroppo, anche l’hackeraggio rapido di un messaggio veloce al partner d’affari – pensare al giusto titolo, all’ortografia e alla costruzione delle frasi risulta così solo uno spreco di tempo. Ciò che importa è che il messaggio sia partito. Solo un’impresa su cinque verifica il corretto invio del messaggio attraverso il canale di comunicazione digitale. Cosa possono migliorare le imprese?


L’e-mail è ritenuta insicura

La comunicazione via e-mail è parte integrante nella vita professionale – almeno l’81 per cento dei partecipanti a un sondaggio utilizza questo canale di comunicazione e l’11 per cento progetta almeno l’introduzione. Già il 55 per cento delle imprese utilizza l’e-mail per il marketing e il 61 per cento per il servizio.
Di cosa tengono conto le imprese nel 2015 nella comunicazione via e-mail nelle transazioni commerciali?
Nonostante questa riconosciuta e stabile affermazione come mezzo di comunicazione, ancora troppe poche imprese verificano il successo sulla base di valori differenziati. Criteri importanti per questa misurazione dei risultati sono con il 22 per cento il numero dei click e con il 27 per cento il tasso di apertura. Un tale controllo viene effettuato da un’impresa su due.

Un grande problema del canale digitale è la sua cattiva reputazione: almeno l’81 per cento delle imprese interpellate ha un negativo senso di sicurezza e considera che la sicurezza stessa debba essere migliorata. Il 58 per cento adotta attualmente delle misure per rendere la comunicazione maggiormente sicura, mentre circa i tre quarti delle imprese istituiscono norme di sicurezza correnti e una impresa su due utilizza soluzioni tecniche che aiutano a riconoscere le e-mail falsificate.

Solo il tre per cento delle imprese considera importante o molto importante un approccio personalizzato nell’e-mail. Attualmente il 34,4 per cento delle imprese commerciali utilizza e-mail personalizzate. Tuttavia la sostenibilità dell’e-mail marketing è provata solo se il cliente viene contattato anche direttamente. Quindi, che aspetto deve avere la perfetta e-mail nella vita professionale?

Lista di controllo: 6 consigli per un efficace traffico di e-mail commerciali

Un’e-mail è il biglietto da visita dell’impresa. Una mail deve essere perciò redatta in maniera chiara e comprensibile, senza errori di scrittura. Anche nel traffico di e-mail valgono le regole di educazione e di ortografia. Ciò include anche il rivolgersi correttamente al destinatario. Una forma accurata aumenta inoltre la leggibilità.

Il destinatario del messaggio vuole essere ben organizzato – a questo contribuisce in maniera determinante un oggetto dell’e-mail espressivo. Solo così il destinatario sa a prima vista di cosa si tratta e può archiviare le e-mail in arrivo nella sua casella di posta elettronica corrispondente.

Un’e-mail commerciale deve essere formulata in modo chiaro e inequivocabile – gli smiley, abbreviazioni o espressioni dal settore privato sono qui inopportuni.

Il tasto di invio viene premuto a volte troppo velocemente, e ciò che è stato inviato è stato inviato. Un’e-mail non può più – una volta inviata – essere ripresa, quando successivamente si trova un errore. Spesso il testo promette un allegato che viene poi dimenticato. Tutto questo può essere impedito, se la barra degli indirizzi viene impostata solo dopo un controllo della mail.

Le cartelle aiutano a mantenere ordinata la propria posta in arrivo. I moderni programmi e-mail dispongono per questo di automatismi, ad esempio le newsletter possono così essere introdotte in un’apposita cartella.

Le funzioni “rispondi a tutti” o “CC” dovrebbero essere utilizzate con cautela, per impedire l’inizio di una valanga di informazioni. Solo i destinatari veramente importanti dovrebbero essere registrati come tali.

Frank Große

Vi é piaciuta questa pagina?

Potreste anche essere interessati a:

L’e-mail marketing consentito solo con l’autorizzazione del destinatario

Pubblicitá per eMail & Newsletter

Ammissibilità giuridica della pubblicità nelle e-mail di servizio

Per le questioni su come debba essere creato un e-mail marketing senza commettere errori evitabili, l’incertezza continua a essere un fattore dominante. Con questo contributo si analizzano gli aspetti normativi delle e-mail di servizio. Si considera in particolare se la pubblicità è consentita e permessa in che misura. Vai all'articolo…


Consigli per la progettazione visiva delle newsletter

Pubblicitá per eMail & Newsletter

L’importanza dell’oggetto e dei titoli nell’invio delle newsletter

Guida per siti web e operatori di negozi online, che fornisce consigli e indicazioni per la creazione di newsletter. Accanto alla progettazione visiva vengono fornite indicazioni per la creazione di ottimali oggetti dell’e-mail o intestazioni. Vai all'articolo…


Ist Cold Call-Akquise noch zeitgemäß?

Pubblicitá per eMail & Newsletter

Il telemarketing a freddo è ancora attuale?

La considerazione del telemarketing a freddo nel campo del B2B e del B2C. Suggerimenti per chiamate a freddo di successo, inclusa una lista di controllo per la revisione e l’analisi delle campagne basate sulle chiamate a freddo. “Chiedere anziché dire” è lo slogan moderno del telemarketing a freddo di successo. Vai all'articolo…


© 1982-2015 CEBUS® AG - All rights reserved. CEBUS® e´un marchio registrato. Siamo addetti ai piú alti standard di qualitá e garanzia.